20 dicembre

Un pensiero condiviso (ad alta voce) : i Seminaristi (Roberto e Giacomo)

Dio ti vede! Ma come Dio ci guarda? Il suo sguardo è come l’occhio del grande fratello? No! Il suo è uno sguardo d’amore, è una donna che riposa dalle fatiche del parto, è un Bambino che giace nella mangiatoia. Questa è la potenza di Dio! Disperde la nebbia della nostra superbia, quella foschia che non ci fa vedere altro che noi stessi, e fa emergere quel bambino amato, quel cuore ardente che è dentro ciascuno di noi. Contempla anche tu il Bambino avvolto in fasce e lasciati guardare da Lui.

 

Dove vedo e riconosco Dio all’opera “con il Suo Stile” nel mondo di oggi? Dove vedo la verità di questa Parola che oggi ancora si realizza? Credo che la vittoria non è dei superbi?

Attraverso l’intercessione e l’esperienza di Maria faccio un gesto di conversione personale, confido nella “potenza dell’Amore di Dio”, rinuncio al mio io che ricerca superbia e apro il mio cuore e i mie gesti allo stupore di una logica di vita nuova. Prego per tutte le situazioni dove la superbia sempre prevalere.